Allevamento in terrario

Il terrario per le Tartarughe più grandi deve essere fatto possibilmente con tavole di legno alte circa 30 cm., affondate nel terreno per circa 6 / 7 cm. sopra deve avere una rete per preservare le tartarughe da qualsiasi predatore (cani, gatti, topi ecc.).
 
SI SCONSIGLIA di fare il terrario con i lati di rete,perché le tartarughe vedendo oltre la rete girerebbero sempre per cercare un foro per uscire.
Il terrario deve essere esposto al sole e deve avere anche una zona d'ombra creata con un coppo, o con un copertura di legno non tanto alta. Le tartarughe devono avere a disposizione anche un sottovaso con dell'acqua per dissetarsi o farci il bagno.
 
Il livello dell'acqua, per le Tartarughe piccole, non deve essere alto più di 5 mm., perché la tartaruga piccola, se si dovesse capovolgere, non si affoghi poiché beve con il naso.
Il sottovaso va interrato e deve contenere un mattoncino per permettere alla tartarughe di entrare ed uscire dall'acqua con facilità. Nel periodo estivo ogni 15 o 20 giorni farle stare a bagno per circa 15 minuti con acqua tiepida, l'acqua deve coprire appena il carapace (dorso).
 
Come tutti i cuccioli, la Tartaruga piccola, va trattata con cura e toccata poco.
 
Nel periodo invernale, le tartarughe vanno in letargo da fine ottobre circa e si risvegliano a fine marzo circa, dipende dalle stagioni e dalla latitudine in cui si trovano,  per facilitarle l’interramento si consiglia di rimuovere la terra del terrario.
 
Non preoccuparsi se prima di andare in letargo, le tartarughe mangiano poco, infatti prima di addormentarsi devono ripulirsi l'intestino, farle un bagno ogni tanto con acqua tiepida, le aiuta ad evacuare meglio e ad idratarsi per l'inverno.
 
 
Mostriamo alcune foto di come potrebbe essere fatto il terrario, le misure della larghezza e della lunghezza variano a seconda della disponibilità del posto che uno ha.
 
Se non si ha posto in giardino il terrario si può mettere anche sul  terrazzo a condizione che sia esposto al sole. In questo caso, il fondo va fatto con delle tavole forate per fare uscire l’acqua in caso di pioggia, va riempito con terra normale di campo per circa 10 o 14 cm. in modo che le tartarughe nel periodo invernale ci possono andare in letargo.
 
ALIMENTAZIONE
La tartaruga si nutre al 90% di verdure: insalata, cicoria, erba medica, trifoglio, verze, radicchio, foglie di carota, fiori di rosa, dente di leone.
Al 10% di frutta: melone, mele, anguria, zucchina, pomodoro, fragole, ecc.
 
 
PRECAUZIONI
Non bagnarla mai con acqua fredda perchè può raffreddarsi, in caso di raffreddore o scolo nasale tenerla in caldo a circa 25° per una settimana. Se dovesse perdurare il raffreddore contattare l'allevatore o rivolgersi al veterinario.
 
 
LA NOSTRA ESPERIENZA AL VOSTRO SERVIZIO